Comune di Bossolasco - Piemonte - Provincia di Cuneo

martedì 17 ottobre 2017

Navigazione del sito

Percorso di navigazione

 Ti trovi in:  Home » Come fare per

Stampa

COME FARE PER

Certificato di destinazione urbanistica

Descrizione:
Il C.D.U. contiene le destinazioni d’uso dei suoli ed i limiti dell’attività edificatoria previsti dal Piano Regolatore Generale Comunale e da eventuali strumenti urbanistici adottati o approvati, in particolare:
a. le disposizioni vigenti e quelle eventualmente in salvaguardia alle quali è assoggettato l’immobile;
b. l’area urbanistica in cui è compreso l’immobile e le destinazioni d’uso ammesse;
c. le modalità d’intervento consentite;
d. la capacità edificatoria consentita;
e. i vincoli urbanistici incidenti sull’immobile.
Il C.D.U. conserva validità per un anno dalla data del rilascio, salvo che intervengano modificazioni degli strumenti urbanistici.

Come Fare:
La richiesta del C.D.U. può essere formulata dal:
-proprietario;
-tecnico incaricato (in tal caso occorre evidenziare sia lo studio richiedente, con relativo timbro dello studio, sia le generalità del richiedente "a nome" e "per conto di" per il quale il certificato di destinazione urbanistica viene richiesto, oppure specificare se l’immobile è di proprietà dello studio professionale richiedente);
-notaio rogante (in tal caso occorre evidenziare anche le generalità del richiedente "a nome" e "per conto di" per il quale il certificato di destinazione urbanistica viene richiesto).
n.b. escluso il proprietario o comunque persona legittimata, alla domanda dovrà essere allegata apposita delega con documento di riconoscimento.
Istruzioni per la presentazione della domanda:
La domanda, in bollo, deve contenere:
-generalità del richiedente (comprensivo di indirizzo e recapito telefonico per comunicazioni)
-dati catastali del terreno oggetto di richiesta
Allegati:
-Estratto di Mappa Catastale aggiornato, con indicazione dei mappali oggetto di richiesta e riportante la dichiarazione del tecnico abilitato : “Il presente estratto di mappa è aggiornato alla data odierna ………. e corrisponde allo stato di fatto relativamente ai mappali oggetto di richiesta”.
-Delega della proprietà con allegato documento di riconoscimento in corso di validità (nei casi in cui a presentare la domanda sia un soggetto diverso dal proprietario o comunque legittimato)
-Eventuale altra documentazione.
Costi:
-Marca da bollo da €. 14,62 da apporre sulla domanda
-Marche da bollo da €. 14,62 da apporre sul certificato
-Versamento Diritti di Segreteria (da versare sul c/c postale n. 15744121, intestato a Comune di Bossolasco – Servizio Tesoreria), pari a:
-€. 26,00
Esenzioni:
Sono esenti da bollo:
1. C.D.U. richiesto da Enti Pubblici, ai sensi dell’art.16 della Tab. All. B del D.P.R. n. 642 del 26.10.1972.
2. C.D.U. da allegare alla denuncia di Successione da presentare al competente Ufficio del Registro.
In tal caso la domanda dovrà riportare la seguente indicazione:
“Si richiede l’esenzione dal bollo, in quanto il C.D.U. è richiesto per essere allegato alla denuncia di successione da presentare al competente Ufficio del Registro, in applicazione dell’art.5 della Tabella Allegato B del D.P.R. n. 642 del 26.10.1972.”
3. C.D.U. rilasciati per l’applicazione delle leggi riguardanti la formazione e l’arrotondamento della Piccola Proprietà Contadina.
In tal caso la domanda dovrà riportare la seguente indicazione:
“Si richiede l’esenzione dal bollo, in quanto il C.D.U. è richiesto per essere allegato ad atto inerente l’applicazione delle leggi riguardanti la formazione e l’arrotondamento della Piccola Proprietà Contadina, in applicazione dell’art.21 della Tabella Allegato B del D.P.R. n. 642 del 26.10.1972.”

Informazioni specifiche:
D.P.R. n. 380 del 06 giugno 2001
Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari inmateria edilizia.
“Art. 30
2. Gli atti tra vivi, sia in forma pubblica sia in forma privata, aventi ad oggettotrasferimento o costituzione o scioglimento della comunione di diritti realirelativi a terreni sono nulli e non possono essere stipulati nè trascritti nei pubblici registri immobiliari ove agli atti stessi non sia allegato il certificato di destinazione urbanistica contenente le prescrizioni urbanistiche riguardanti l'area interessata. Le disposizioni di cui al presente comma non si applicano quando i terreni costituiscano pertinenze di edifici censiti nel nuovo catasto
edilizio urbano, purché la superficie complessiva dell'area di pertinenza medesima sia inferiore a 5.000 metri quadrati.
3. Il certificato di destinazione urbanistica deve essere rilasciato dal dirigente o responsabile del competente ufficio comunale entro il termine perentorio di trenta giorni dalla presentazione della relativa domanda. Esso conserva validità per un anno dalla data di rilascio se, per dichiarazione dell'alienante o di uno dei condividenti, non siano intervenute modificazioni degli strumenti urbanistici.
4. In caso di mancato rilascio del suddetto certificato nel termine previsto, esso può essere sostituito da una dichiarazione dell'alienante o di uno dei condividenti attestante l'avvenuta presentazione della domanda, nonché la destinazione urbanistica dei terreni secondo gli strumenti urbanistici vigenti o adottati, ovvero l'inesistenza di questi ovvero la prescrizione, da parte dello strumento urbanistico generale approvato, di strumenti attuativi. “

Dove Rivolgersi:
Ufficio Tecnico (vedi dettaglio e orario di apertura)

Tempistica:
-Il C.D.U. viene rilasciato entro 30 giorni dalla data di presentazione della domanda.

Riferimenti Normativi:
D.P.R. n. 380 del 06 giugno 2001


Documenti allegati:
modulo richiesta cdumodulo richiesta cdu (24,5 KB)


Riferimenti del comune e Menu rapido


Comune di Bossolasco, Piazza Oberto, 2
12060 Bossolasco (CN) - Telefono: 0173799009 Fax: 0173793464
C.F. 00452590045 - P.Iva: 00452590045
E-mail: ufficiopubblico@comune.bossolasco.cn.it   E-mail certificata: comune.bossolasco.cn@cert.legalmail.it